mercoledì 23 febbraio 2011

La settimana clou della stagione! Rinunciare alla coppa? No! (...non ancora...)

Villareal giovedì, Milan lunedì: due finali nel vero senso della parola. Ci si appresta a vivere una settimana di quelle topiche, di quelle da godere appieno qualunque possano essere i risultati. Le partite andranno giocate chiaramente per avere risultati positivi, ma essere qui... solo essere qui è straordinario!
Ci si gioca la qualificazione contro la terza/quarta forza di spagna, contro una grande squadra europea in una partita da dentro o fuori. Una partita dal sapore straordinario. E poi, subito dopo ci aspetta il Milan: una sfida scudetto, e solo la parola mette i brividi. Ma torniamo sulla terra e parliamo di calcio. In questa settimana, i commenti per cui il Napoli dovrebbe snobbare l'europa league e il Villareal pensando al campionato, si sono sprecati. Anche personaggi considerati autorevoli hanno lanciato questi messaggi, ignari del fatto che un risultato positivo giovedì, porterebbe ancor più entusiasmo e serenità all'interno dello spogliatoio e dell'ambiente, in vista del big-match di lunedì. Il Napoli non è assolutamente in condizione di scegliere su cosa puntare in questo momento della stagione; siamo a febbraio, Napoli ai sedicesimi di europa league, e a dodici giornate dalla fine del campionato: scegliere ora è un suicidio. Ammettiamo che il Napoli "scelga" di abbandonare l'europa, questo significherebbe essere obbligati a lottare per lo scudetto fino alla fine. Mi duole dirlo, ma un risultato negativo lunedì sera, renderebbe molto arduo l'obbiettivo scudetto, anche se non lo precluderebbe. Con questa ipotesi il Napoli potrebbe comunque continuare il proprio campionato strepitoso come ha fatto fino ad ora, cercando di mantenersi nei primi tre o quattro posti, ma potrebbe rimpiangere non poco il fatto di essersi preclusa la possibilità di restare in europa; viceversa quindi, anche con un risultato negativo di lunedì ma con il passaggio del turno col Villareal, il Napoli potrebbe proseguire non solo la propria lotta per la zona Champions, ma avere ancora la possibilità di continuare a fare esperienza in europa, e perché no, ad ambire alla coppa. So bene che per gli scaramantici, tutti questi discorsi sono da censura, il problema però, è che la partita col Villareal viene prima di quella col Milan, e considerare che il Napoli possa prendere la scelta di abbandonare l'europa mi sembra folle oltre che prematuro. Chi sostiene che il Napoli possa far bene a tralasciare la partita di europa league, o comunque a fare un ampio turn-over, teorizza che la partita col Villareal inciderebbe nelle gambe o nella mente dei giocatori, in vista della partita di campionato. In realtà questa ipotesi, a mio avviso, è da considerarla solo un'ipotesi. Mentalmente può incidere, ma chiaramente solo in senso positivo. Mentre l'aspetto fisico, in una finale come quella di lunedì, può incidere solo in maniera parziale e limitata, quindi questo aspetto, non credo si rivelerà decisivo ai fini del risultato. Il rovescio della medaglia è che, in caso di risultato negativo in europa league, la partita potrà incidere sia mentalmente, dando alla squadra anche un peso di dover vincere a tutti costi a S.Siro, e la fatica potrà farsi sentire anche un po' di più. Ma prendere una decisione in favore del campionato o dell'europa league non è completamente folle se ragioniamo in prospettiva futura. (Gli scaramantici sono pregati di non leggere le prossime righe). Immaginiamo, di trovarci al primo giorno di marzo, di aver espugnato S.Siro e di aver fatto fuori il Villareal, per ora purtroppo lo si può solo immaginare; ecco, trovarci a pari punti con il Milan e quindi in una vera e propria sfida per il titolo, in piena lotta per vincere il campionato. Considerando che davanti alla parola league non c'è scritto Champions ma Europa, considerando che l'organico non ha probabilmente la possibilità di competere per tutti e due i fronti nel modo migliore, e considerando che ci si troverebbe solo agli ottavi di coppa, "rinunciare" alla competizione europea in prospettiva di lottare fino in fondo per il tricolore non sembra così assurdo, anzi. Le virgolette tra la parola rinunciare credo siano chiare: giocarsi la partita di coppa al massimo, facendo però un ampio turn-over privilegiando il campionato. Tutto questo parlare in questo momento, comunque, è molto, molto lontano da noi. Però invece, ciò che è molto, molto vicino a noi è la partita col Villareal, e in vista di questa partita il Napoli deve porsi un unico obiettivo: passare il turno. Passare il turno per andare a Milano se è possibile, ancor più carichi, con più autostima e con ancor più consapevolezza di quella che è la propria forza. Mazzarri in questo caso direbbe: "pensiamo partita per partita".

Nessun commento: